PREVENZIONE MALATTIE EREDO-FAMILIARI E LEGATE ALL’INVECCHIAMENTO
7 maggio 2018
DAT
TESTAMENTO BIOLOGICO: DA OGGI DECIDO IO!
14 giugno 2018
Show all

METTIAMO CON LE SPALLE AL MURO LA MALATTIA

CHIRURGIA D'URGENZA

Oggi abbiamo il piacere d’intervistare il Dott. Mao Patrizio Specializzato in Chirurgia Generale d’Urgenza e Toracica , operante nel reparto Universitario di chirurgia dell’Ospedale San Luigi Gonzaga di Orbassano (Torino)  dal 2006, prima presso le Molinette di Torino – Il Dott. Mao opera da oltre 30 anni con esperienza maturata oltre che in Italia anche negli Stati Uniti.

 

Buongiorno Dott. Mao nell’ambito proprio della Sua specializzazione quali sono le indicazioni di massima che si sente di dare ai nostri Associati ETAV per poter vivere in maniera sana?

Buongiorno Emanuela, le indicazioni di massima  per chi vuole vivere a lungo ed in salute sono:

La PREVENZIONE PRIMARIA: attraverso la quale l’obiettivo è evitare che  sopraggiungano le malattie quindi:

– non fumare

– non mangiare in eccesso

– non stressarsi

Ottime buone regole da mettere in pratica a tutte le età!.

E poi effettuare la PREVENZIONE SECONDARIA:

– individuare precocemente i segnali che possano portare allo sviluppo di malattie. Non trascurare nessuna alterazione del proprio stato di salute quotidiano.”

 

Per praticare la prevenzione cosa consiglia di fare ? e soprattutto a chi rivolgersi? Esistono dei programmi Sanitari a cui iscriversi?

“Soprattutto dopo i 40 anni  occorre controllare periodicamente le feci per essere certi che non vi siano tracce di sangue e dopo i 50 è opportuno ricorrere ad una retto-colonscopia ad intervalli regolari di 3-4 anni: questo perché i tumori che vengono presi in tempo possono essere curati tramite trattamenti endoscopici e non necessitano di un’operazione chirurgica invasiva.

I tumori del colon sono di facile gestione – dopo i 50 anni si consiglia di effettuare la colonscopia e controllare periodicamente se ci sono dei cambiamenti rispetto a quelle che sono le abitudini giornaliere come cambiamenti a livello digestivo e difficoltà a digerire un alimento che non ci ha mai portato problemi prima.

Nel caso in cui si debba ricorrere ad un intervento chirurgico è importante tenere in considerazione che al momento dell’operazione il paziente è psicologicamente stressato: questo stato d’animo comporta un’alterazione delle difese immunitarie: con conseguente innalzamento della possibilità di infezioni e di malattie.

Un intervento chirurgico meno invasivo quale la gastroscopia migliora le omeostasi quindi il paziente riesce a superare meglio l’operazione. Bisogna prestare massima attenzione quando si usano i farmaci perché  potrebbero ritardare la diagnosi dei tumori e portare possibili effetti collaterali come la possibilità di mascherare la sintomatologia e “l’anemia”.

Per quanto riguarda le sintomatologie epigastriche (lo stomaco ed il pancreas) si consiglia di consumare molta verdura soprattutto verza, cavolfiori, cavoli, broccoli ed evitare la carne troppo cotta, il fumo, i superalcolici.

Oggi esistono terapie farmacologiche che, se assunte per tempo ed in modo adeguato, sono in grado di rendere operabili pazienti che fino a 10 anni fa non lo sarebbero stati. La Neoplasia è migliorata al punto tale che il numero dei pazienti sottoposti ad operazione al momento della dialisi ( fasi precoci) che sopravvivono sono praticamente sovrapponibili a quelli che non sono mai stati malati.”

 

 

Gli errori più importanti  che vede fare dai “pazienti” in generale una volta che le patologie sono conclamate?

“L’errore più comune è quello di negarsi le cose ovvero trascurare i sintomi: non bisogna mai sottovalutare un problema o minimizzarlo. È importante rivolgersi sempre ad un medico che indirizzerà allo specialista di riferimento; se un sintomo dura più di 7/10 giorni bisogna assolutamente cercarne la causa. Nel caso di assunzione di farmaci è opportuno monitorarsi sull’assunzione continua: infatti, se vengono assunti per più di 2-4 settimane consecutive possono comportare alcuni rischi come l’alterazione di valori del nostro organismo.”

 

Grazie Dott. Mao, i suoi consigli sono stati efficaci ed interessanti e devo confessare anche di facile applicazione se ci si vuole mantenere in forma.